Tassì Draiv

Raffaele Maria Ferri, uno dei personaggi di Infinita notte, era accreditato come autore di un immaginario reportage narrativo intitolato Tassì Draiv e costruito sulle storie di vita dei tassinari romani. Di recente il Saggiatore ha pubblicato Il cane che mi guardava e altri racconti del taxista di Giovanni Ubezio, che di mestiere guida veramente quelle che, una volta, si chiamavano “vetture di piazza”. Ne ho approfittato per scrivere un articolo che prova a fare il punto sul genere “romanzo con taxi”. Anticipo che Ubezio non sfigura, ma il capolavoro è senza dubbio Strade di notte di Gajto Gazdanov (nella foto), uno “maestri minori” di cui si parlerà spesso in questo sito.

Email this to someoneShare on FacebookTweet about this on TwitterPrint this pageShare on LinkedInShare on TumblrShare on Google+
Questa voce è stata pubblicata in Articoli, Idee, Libri. Aggiungi ai segnalibri il permalink.