1963+1 cinquant’anni dopo

4_gruppoL’estate scorsa, per i cinquant’anni del Gruppo 63, ho pubblicato su «Avvenire» una serie di interviste ai protagonisti di allora e ai critici di oggi. Ne sono usciti cinque dialoghi (con Nanni Balestrini, Cesare Cavalleri, Gianni Celati, Andrea Cortellessa e Matteo Marchesini) che adesso gli amici di Subway Letteratura hanno accettato di riunire in un e-book intitolato semplicemente Prima e dopo il Gruppo 63. È un piccolo contributo nel quale trovano spazio anche i materiali di un “dossier” al quale avevo lavorato alla metà degli anni Ottanta. Si tratta, in un certo senso, dell’antefatto della Neoavanguardia, e cioè della polemica sulle generazioni poetiche del Secondo Novecento italiano: una disputa che risale al 1953, esattamente dieci anni prima della celebre sortita pubblica del Gruppo a Palermo. Il pezzo forte, se così si può dire, è rappresentato dalla conversazione a distanza fra Luciano Anceschi, Luciano Erba e Oreste Macrì, tre protagonisti della nostra letteratura che ho avuto la fortuna di incontrare quando ero davvero molto giovane e, come capita ai giovani, non avevo la minima idea di che cosa mi stesse capitando.

Email this to someoneShare on FacebookTweet about this on TwitterPrint this pageShare on LinkedInShare on TumblrShare on Google+
Questa voce è stata pubblicata in Idee, Libri. Aggiungi ai segnalibri il permalink.