Il Deposito

Direttamente in e-book per una casa editrice che pubblica solo e-book, e su sollecitazione di Giuseppe Granieri, quanto di più simile a un web-guru l’Italia abbia avuto a partire dai primi anni Duemila. È stata l’occasione per trovare un punto di contatto fra almeno tre delle mie passioni: quella per la novella, forma intermedia tra il racconto e il romanzo (questo è uno dei miei libri preferiti; quella per la distruzione dei libri (la cosiddetta ecpirosi: del resto sono stato il curatore di un paio di libri di Ray Bradbury, l’autore di Fahrenheit 451, no?); quella per l’inesorabile decadimento di qualsiasi oggetto in detrito, rimasuglio, spazzatura (ne ho scritto, per esempio, qui). Il Deposito  è uscito da 40k alla fine del 2010. Poi, il 14 luglio 2011, abbiamo organizzato un reading che, pur partendo dal digitale, tutto era fuorché virtuale.

Email this to someoneShare on FacebookTweet about this on TwitterPrint this pageShare on LinkedInShare on TumblrShare on Google+