Città

Cover-Citta_500-427x600Dopo Francesco, un altro piccolo libro, che mi ha dato la possibilità di collaborare con don Matteo Dal Santo, un sacerdote che stimo molto e che raccoglie qui molte delle sue omelie. Come in tutti gli altri volumi della collana “Agape+”, la breve riflessione saggistica è preceduta dalla contemplazione di un’icona biblica: quella affidata all’intelligenza spirituale di don Matteo raffigura l’ingresso di Gesù a Gerusalemme secondo il racconto di Marco (11,1-10), nel quale già si trovano gli elementi portanti del ragionamento che cerco di sviluppare. «Come si entra in una città senza porte? Come si difende una città senza mura?» è la duplice domanda di partenza, alla quale provo a rispondere facendo appello alla lezione di Antigone e a District 9 di Neil Blompkamp, seguendo le tracce di Dickens bambino in una Londra da sogno e tallonando, errore dopo errore, il Renzo manzoniano nella sua scoperta di Milano. È un elogio dell’interpretazione, senza la quale ogni città è destinata a rimanere un enigma incomprensibile e inquietante. Ma è interpretando (e condividendo) che si può tornare a essere cittadini del mondo.

Email this to someoneShare on FacebookTweet about this on TwitterPrint this pageShare on LinkedInShare on TumblrShare on Google+