Una piccola storia di libri (e di scrittori)

Nei giorni scorsi, in occasione del Salone del Libro di Torino, ho fatto avuto modo di intervistare Eduardo Halfon, uno scrittore di origine guatemalteca (ma vive negli Stati Uniti, però scrive in castigliano) di cui Cavallo di Ferro ha appena pubblicato un romanzo intitolato L’angelo letterario. Lo consiglio a quanti ancora credono: (a) che la letteratura sia un’attività seria e degna di rispetto; (b) che libri e autori si parlino tra loro, in un dialogo non privo di risvolti metafisici. Con Eduardo non ci eravamo dati appuntamento a Torino, eppure ci siamo incontrati. A Roma, invece, dove invece ci eravamo accordati, ci siamo mancati clamorosamente. Tutto questo ha a che vedere senz’altro con la sua poetica e, se davvero riusciremo a combinare qualcosa insieme (ce lo siamo ripromesso), magari anche con la mia. Per adesso è un microracconto che illustro con un microdisegno.

Email this to someoneShare on FacebookTweet about this on TwitterPrint this pageShare on LinkedInShare on TumblrShare on Google+
Questa voce è stata pubblicata in Articoli, Idee. Aggiungi ai segnalibri il permalink.